Impariamo a conoscere i rifiuti
La nostra pattumiera
I rifiuti organici
Carta e cartone
Plastiche
Il vetro
Il legno
I metalli
I rifiuti urbani pericolosi
Riepilogando
 
Iniziative
Back home
 

:: Educazione

Cos’è un rifiuto? Quando una cosa, un oggetto, un pezzo di carta o di cartone, una bottiglia di vetro o di plastica, un alimento diventano rifiuti?

Potremmo dire che quando un oggetto o un materiale ha finito di svolgere il compito per il quale era stato creato, è allora che diventa rifiuto.

Ad esempio: le bottiglie dell’acqua minerale o le lattine delle bibite vuote; la carta di un libro o un giornale; un mobile vecchio; l’erba tagliata dal nostro prato o le foglie cadute dall’albero; oppure gli avanzi del nostro pranzo; e tante altre cose ancora. Ma, in realtà, le cose non stanno esattamente così.

Quelli che noi chiamiamo rifiuti, infatti, possono essere il punto di partenza per nuove vite perché un vecchio oggetto può essere riutilizzato.

Il sacchetto di plastica del supermercato può essere utilizzato più volte per fare la spesa e poi possiamo utilizzarlo per gettare i nostri rifiuti. Un libro che a noi non interessa più può essere regalato ad altri o donato alle biblioteche. Anche quando un oggetto è diventato del tutto inutilizzabile, i materiali che lo compongono possono essere spesso riciclati: è il caso della carta, del cartone, della plastica, del vetro con i quali si possono produrre nuova carta, nuova plastica, nuovo vetro. Oppure possono essere trasformati in nuove risorse come accade agli avanzi di cibo e agli sfalci d’erba e alle potature delle piante che con un metodo di trattamento chiamato compostaggio possono diventare un fertile terriccio per far crescere meglio le nostre piante sul balcone, in giardino, nell’orto.